Viaggio in Costa d'Avorio 2012

 

Nel mese di gennaio 2012 Don Paolo Campolucci, Donatella Re insieme
ad un adottante, Vito Macchia, si sono recati in Costa d'Avorio.


Abbiamo trascorso diverse giornate nel villaggio di Yakassč-Feyassč dove vivono la maggior parte dei bambini adottati a distanza.
Siamo stati accolti con canti e danze; la gioia e la gratitudine sono stati il segno della solidarietą concreta che li raggiunge. Grazie al vostro aiuto i bambini e le loro famiglie possono migliorare le loro condizioni di vita.
Ci siamo confrontati con le suore responsabili delle adozioni, abbiamo ascoltato le loro difficoltą e abbiamo valutato la situazione di ogni singolo bambino. 
In considerazione del fatto che 17 bambini hanno finito gli studi o sono andati a vivere in villaggi molto lontani abbiamo conosciuto 19 nuovi bambini di un villaggio vicino a Yakassč-Feyassč.
Anche la gestione degli aiuti economici che l'associazione invia č stata rivalutata insieme alle suore.
Indispensabili, preziose e motivo di crescita sono state le occasioni d'incontro, che abbiamo desiderato fare con i genitori e con gli insegnanti dei bambini. Gli incontri si sono svolti nei 6 villaggi in cui vivono i bambini adottati, la grande partecipazione č stato il segnale che c'č la volontą di collaborare. Visitare i villaggi in cui vivono i bambini č stato fondamentale per comprendere le situazioni, a volte difficili, e per poter fare proposte di miglioramento.

La guerra, che ha colpito la Costa d'Avorio negli ultimi mesi del 2010 e nei primi del 2011, non ha permesso alle suore di accedere ai soldi delle adozioni, da un raffronto diretto abbiamo deciso che la quota, non ancora utilizzata, andrą a costituire un fondo da impiegare per le future spese sanitarie dei bambini.
A fronte di questo č stata rivalutata la cifra annua dell'adozione che, dal 2012, č di 200 euro.


Siamo stati in Costa d'Avorio dal 18 gennaio al 4 febbraio 2012.

Home torna a Home